WETNET – True monitor of water network

Progetto Wetnet

Sintesi del progetto

Il progetto WETNET (ECO/12/332771 WETNET) è stato presentato sul Programma CIP Eco-innovation First application and market replication projects.

Avviato nel 2013 e concluso nel 2016 ha avuto l’obiettivo di lanciare sul mercato un sensore di flusso innovativo inseribile in condutture in pressione che consenta ai gestori di migliorare notevolmente la capacità di controllo sulle reti di distribuzione idrica, riducendo i costi energetici e le emissioni in atmosfera ed ottimizzando l’uso della risorsa.

In termini ambientali, sul sito pilota di Pisa (100.000 abitanti equivalenti, 250 km di rete, 50 sensori installati) si registrano:

  • una riduzione del consumo di acqua del 33,6% con un risparmio proiettato di 2.649.000 m3/anno di acqua pompata 
  • una riduzione del consumo di energia del 37,1% corrispondenti ad 1.043.706 KWh/anno 
  • una riduzione delle emissioni in atmosfera del 35,9% con un risparmio proiettato di 414 TCO2/anno

In termini di ingresso sul mercato il sistema WETNET vanta ugualmente grandi successi: sono stati qualificati oltre 400 clienti prospect sia da mercati Europei (Spagna, Portogallo, Francia, UK, Irlanda, Romania, Bulgaria, Moldavia, Polonia, Serbia, Croazia, Grecia, Cipro) ed extraeuropei (dalla Turchia, alla Russia, dal Brasile agli Stati Uniti, dall’Australia alla Nuova Zelanda, dalle Filippine all’India e alla Cina, da Israele all’Iran, dagli Emirati Arabi al Marocco e alla Tanzania).

Attualmente il sistema WETNET oltre che sul sito pilota di Pisa è installato in altre aree d’Italia (in Umbria, nel Lazio, in Lombardia, in Sardegna e in Friuli Venezia-Giulia), in Francia ed anche al di fuori dei confini europei fino alla Nuova Zelanda, all’Australia e alle Filippine a dimostrazione dell’ottima accoglienza ricevuta e delle intense e fruttuose attività di marketing svolte dal partenariato.

Il progetto è stato coordinato da BRE Elettronica con un partenariato transnazionale italo-spagnolo che include Ingegnerie Toscane, Bimatik e l’Instituto Tecnológico de Galicia.

Il valore complessivo del progetto è di oltre 950.000 €.

Ruolo di Klink nel progetto

Klink, ha supportato il partenariato di progetto nelle fasi di identificazione dell’opportunità di sovvenzione comunitaria, nella verifica di coerenza dell’idea proposta, nella stesura della proposta (sia tecnica che finanziaria) per la presentazione ad EASME. Ha accompagnato il capofila nelle fasi di contrattazione con l’Agenzia.

Ha poi assunto il ruolo di supporto al project management (tecnico e finanziario) del progetto,

Risorse addizionali e ulteriori informazioni:

laymanreport-wetnet

WETNET – The Layman’s Report

http://www.wetnet.it/it

Share Button