Il futuro del cibo

Parlare del futuro del cibo è sicuramente una sfida molto ardua.

Non c’è dubbio che il nostro mondo e le nostre comunità stanno radicalmente cambiando sotto la spinta di forze prorompenti – limiti delle risorse, effetti demografici, urbanizzazione, cambiamento climatico, solo per citare alcune tra le più eclatanti – che stanno influenzando e ridefinendo come viviamo. Le medesime forze stanno anche cambiando il modo in cui ci nutriamo e dove e come il nostro cibo viene prodotto.

Oggi le discussioni sul cibo si moltiplicano, sovrappongono, sprecano.

Si va dalla discussione sull’alimentazione e il cibo dal punto di vista semiotico-filosofico a quella sullo spreco del cibo; dalla valorizzazione delle produzioni locali e della filiera corta, alle strategie delle grandi multinazionali per influenzare ed indirizzare le scelte dei consumatori; dai dibattiti sui ristoranti ad alta tecnologia, agli home-restaurant e al social eating; dal cibo come “medicina” che cura e addirittura previene le malattie, alla riscoperta del gusto e di prodotti quasi scomparsi per ritrovare sapori ed odori.
Possono venire alla nostra mente mille altre tematiche intrecciate direttamente o indirettamente a queste prime citate.

Nelle analisi, ognuno tende ad usare il proprio dialetto: il mondo industriale con i suoi processi, tecnologie e mercati globali; l’agricoltura, quella estensiva e le filiere locali; la distribuzione e i suoi modelli logistici; i modelli di marketing sociale, ecc. In tutto questo mi sembra che manchino elementi unificanti intorno al soggetto umano.
Un solo pianeta, una sola umanità vuole anche dire rompere l’isolamento culturale, settoriale nello sforzo di comprendere come questo ambito, essenziale per la nostra vita, possa diventare anche una leva per un futuro migliore.

Crediamo che sia necessario innanzitutto iniziare a farsi delle domande che ci permettano di condividere esperienze, aprire dialoghi indicare prospettive nella logica di permettere al futuro di disturbare il presente.

Share Button